Ultimi articoli pubblicati


  • Home
  • Odontoiatria
  • Come scegliere un buon dentista: i consigli dello specialista

Come scegliere un buon dentista: i consigli dello specialista

scegliere un buon dentista

La scelta di un buon dentista è una questione fondamentale per mantenere la propria salute orale. Non è una decisione facile da prendere. In poco tempo bisogna capire bene il livello di professionalità dell’odontoiatra scelto, valutando subito la sua capacità o meno di comunicare in maniera chiara, semplice e trasparente con il paziente. Il dentista scelto per la prima visita è in grado di spiegare bene i costi e il piano dei trattamenti dentali da effettuare ?

Spesso il paziente non ha gli strumenti necessari per valutare l’operato del dentista. Però, ci sono degli aspetti che il paziente deve assolutamente prendere in considerazione per orientarsi al meglio nella scelta di un dentista. Di seguito illustriamo le regole consigliate dagli esperti per destreggiarsi nella delicata scelta del dentista a cui affidare la salute della propria bocca.

Come scegliere il dentista giusto

Competenza e professionalità sono i requisiti principali che più contraddistinguono un buon dentista. La prima cosa da fare è accertarsi che si tratti di un vero dentista e che non eserciti abusivamente la professione, esponendo a rischi chi si sottopone alle cure.

Per farlo, basta verificare che il suo nome e cognome siano presenti nel sito della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri. Su internet è anche possibile trovare notizie che possano aiutare a capire chi è.

Un buon odontoiatra si vede anche dall’igiene e dalla pulizia della struttura, che denota un’attenzione nei confronti della salute del paziente. Bisogna quindi fare caso alla pulizia dei locali, agli ambienti per la sterilizzazione degli strumenti e all’uso, da parte dell’odontoiatra, di guanti, mascherina e di un kit sterilizzato aperto davanti al paziente.

Altri segni che suggeriscono che ci sono buone probabilità di trovarsi nel posto giusto sono: l’ordine presente nella sala d’attesa, l’ambiente confortevole e sereno, il personale accogliente e attento alle esigenze del paziente.

scegliere un buon dentista

Cosa fa un bravo odontoiatra

In genere un buon professionista si può riconoscere già dalla prima visita, un momento fondamentale per stabilire un sano rapporto di fiducia tra medico odontoiatra e paziente. Il dentista ha l’obbligo di effettuare una lastra ortopanoramica e una TAC per poter analizzare e valutare nel dettaglio le problematiche del paziente. Successivamente, il medico dovrà spiegare al paziente in modo comprensibile, completo ed esaustivo ogni aspetto della patologia odontoiatrica e quali sono i trattamenti necessari per la risoluzione del problema.

In seguito, il dentista dovrà elaborare un piano terapeutico adeguato e scritto ( con indicati i trattamente dentali, i materiali utilizzati e i prezzi ) che consegnerà e illustrerà poi chiaramente al paziente, rispondendo ad ogni sua domanda. Infatti, dopo la prima visita, il medico odontoiatra ha l’obbligo di presentare un preventivo scritto e il consenso informato.

Cosa fa un bravo dentista: anamnesi e programma di prevenzione

Prima di passare all’intervento, un buon dentista deve individuare le cause che hanno determinato la patologia. L’anamnesi e l’analisi radiologica sono un tassello importante nel percorso diagnostico. Inoltre, in questo primo approccio al paziente, assume grande importanza la capacità di ascolto del medico, che raccoglierà tutte le informazioni che riguardano le condizioni di salute del cliente per poter operare in sicurezza.

Un altro indizio utile per capire se uno studio dentistico è serio è la presenza di un buon programma di prevenzione. Esso dovrà comprendere richiami di igiene orale ogni 3-6 mesi e l’insegnamento al paziente delle tecniche per rimuovere quotidianamente la placca.

Quale dovrebbe essere il costo di un buon dentista?

È comprensibile che in tempi di crisi si cerchino soluzioni a buon mercato ed è anche risaputo che molti italiani, non potendosi permettere le prestazioni odontoiatriche, rinunciano a curarsi o si rivolgono all’estero. Purtroppo un prezzo troppo elevato potrebbe essere indice di scarsa professionalità del medico odontoiatra e di poche garanzie nei risultati. Chiedere tanto non significa essere bravi professionisti, anzi. Molte volte sta ad indicare solo un ricarico esagerato ed ingiustificato applicato dal dentista sui materiali utilizzati. La professionalità del dentista si vede anche da una richiesta economica adeguata e non esorbitante.

Ecco alcuni esempi di costo d’acquisto dei materiali per il dentista e prezzi di vendita al paziente, per capire il ricarico esagerato che, spesso, viene  applicato dai dentisti italiani

  • Impianto in titanio: il dentista italiano lo compra dal fornitore a 90/150 euro e lo vende al paziente a 1500/2000 euro
  • Corona in ceramica e metallo: il dentista italiano la compra dall’odontotecnico a 50/60 euro euro e la vende al paziente a 500/1000 euro
  • Dentiera in acrilico: il dentista italiano la compra dall’odontotecnico a 100/150 euro e la vende al paziente a 1000/2000 euro

Farsi dire la marca degli impianti è fondamentale

Fate attenzione, in caso di trattamento di implantologia, che il dentista specifichi sempre la marca degli impianti proposti per poi verificarne su internet la provenienza e se si tratta di impianti certificati. Una brutta abitudine di molti dentisti italiani è quella di non comunicare la marca dell’impianto al paziente, limitandosi con il dire che si tratta di impianti in titanio. Fate molta attenzione, di impianti in titanio in commercio ne esistono migliaia, e moltissimi arrivano dalla Cina. I migliori impianti sono gli impianti certificati, di provenienza europea come gli Straumann, i Nobel care, meglio ancora se sono italiani, come gli Sweden Martina.

Dentisti all’estero

Purtroppo, i pazienti che versano in condizioni economiche particolarmente svantaggiose non sono aiutati dal Sistema Sanitario Nazionale. Le prestazioni dentistiche gratuite o a prezzi economici attraverso gli studi odontoiatrici convenzionati riguardano solo piccoli interventi a carattere d’urgenza e a basso costo come estrazioni o cure canalari. Per tutti gli altri interventi con costi impossibili in Italia, la soluzione più conveniente e professionale resta quella del Turismo Dentale in Croazia e in Albania. Il Tour Operator di riferimento è www.viaggideldente.it

Please follow and like us:
error

Viaggideldente.it in Croazia, Albania, Ungheria, Romania, Moldavia, Russia