Ultimi articoli pubblicati


Come scegliere il materiale migliore per la corona dentale

corona dentale

Quando i denti presentano delle condizioni molto gravi il dentista potrebbe decidere di intervenire applicando una corona dentale che vada a sostituire quella naturale del dente, solitamente si fa questa scelta in presenza di danneggiamenti importanti, di denti fratturati, indeboliti o devitalizzati.

La corona dentale è una protesi che viene sostenuta dalla radice naturale del dente adeguatamente preparata, oppure, in sua assenza, da un impianto dentale.

Oltre a ricostruire, il compito della protesi dentale è quella di ripristinare l’estetica e la funzionalità ma anche di proteggere e rinforzare l’eventuale impianto dentale.

Per cui è importante che la corona dentale assicuri resistenza durante la lavorazione e la masticazione del cibo, la scelta del materiale più appropriato diventa fondamentale.

corona dentale

Com’è fatta una corona dentale?

La corona dentale può essere incollata o cementata alla struttura dentale preparata in precedenza, oppure, può essere applicata con cementazione o avvitamento all’impianto dentale, si tratta di un rivestimento simile alla corona dei denti, ovvero la parte più esterne, di cui prende forma e colore.

Può essere costituita, a seconda dei materiali scelti per la sua costruzione, monolitica o composta da una struttura interna e un rivestimento esterno con scopo estetico.

Come scegliere il materiale per la corona dentale

Grazie alla ricerca e alla tecnologia, le corone dentali offrono una maggiore attenzione all’estetica con materiali che sono un buon compromesso tra funzionalità e risultato estetico.

La scelta, però, può essere influenzata anche dalla posizione del dente su cui andrà collocata la corona o in base al supporto su cui andrà posizionata, per questo motivo, aldilà delle volontà e della disponibilità economica del singolo paziente, il dentista dovrà anche valutare la situazione, individuando la tipologia di corona dentale più adatta in base al problema.

Tipi di corone dentali

  • corone dentali in ceramica (porcellana pura);
  • corone dentali in zirconio.
  • corone dentali in metallo-ceramica (lega-ceramica);
  • corone dentali in metallo-resina
  • corone dentali metalliche;
  • corone dentali in resina (provvisorie)

Quale materiale scegliere per la corona dentale

Nell’attesa della fabbricazione della corona dentale definitiva, si procede con una provvisoria realizzata in materiale plastico o acciaio inossidabile.

Le corone dentali tutte in metallo sono realizzate con metalli non nobili, si rompono molto raramente e supportano bene la masticazione, durano di più, lo svantaggio è che non sono bianche e si notano rispetto ai denti naturali.

Le corone dentali in porcellana hanno il vantaggio di essere realizzate dello stesso colore degli altri denti naturali per un risultato estetico perfetto. Non comportano rischio di allergie, come potrebbe avvenire nel caso di quelle in leghe di metalli non nobili. Il rischio che si consumino, rompano o scheggino è più alto.

Infine, le corone dentali miste porcellana e metallo combinano i due materiali, la capsula interna è in metallo e rende la protesi più resistente, mentre la parte esterna è in ceramica per un risultato estetico eccellente.

La soluzione migliore è quella che viene indicata dall’odontoiatra dopo aver valutato il problema, offrendo al paziente la possibilità di scelta quando possibile, o dando l’unica opzione percorribile per il caso specifico.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Viaggideldente.it in Croazia, Albania, Ungheria, Romania, Moldavia, Russia